io te la davo anche
se non eravate in sei mica perché una balla sul cubo
coi vestiti tutti legati stretti lo smalto il rossetto
mica che una è puttana
io magari lo volevo fare con te e basta mi portavi a casa
facevamo l’amore
tu magari mi pagavi un panino per domani
ti potevi lavare
eri pulito pronto per tornare a casa
se c’avevi una moglie non si accorgeva neanche
non c’era l’odore della discoteca del letto della pelle quando è di un’altra che noi stranieri c’abbiamo l’odore diverso
se mangi sempre cipolle o patate non è uguale cambia tutto
invece no mi hai portata in un fosso
c’erano gli altri
adesso dicono che io lo sapevo
invece ho fatto come i leoni gli sono saltata addosso
gli ho dato i graffi gli ho pappato la faccia
mica mi facevo scopare da tutti
cosa diventavo dopo
diventavo un tubo con l’acqua e la ruggine che la mangia
dovevano portarmi all’ospedale solo con le calze
una può fare anche la puttana ma lo deve fare a modo suo
se non rispetti le regole
non mi rispetti perché sono puttana
perché sono dell’africa o dell’est
mica una resiste
mi potevate ammazzare
mica è di gomma che si slarga e poi ridiventa uguale a prima
non ridiventa uguale a niente
sta lì con il labbro gonfio fai fatica anche a fare la piscia
io però mi sono difesa
ero come i leoni nei film della giungla
che non voleva morire nel circo

Alessandra Carnaroli

Questa voce è stata pubblicata in premio baghetta e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...